LAVANDA LOCAL

L’origine

Sul finire dell’ottocento la coltivazione della lavanda era una della attività economiche principali della Riviera dei Fiori.
A seguito delle due guerre mondiali e del successivo boom economico italiano, la pratica cadde in disuso e molti dei terreni furono riconvertiti ad altre attività – floricole e non-  all’apparenza più redditizie.
La lavanda continuò a fiorire spontaneamente per decenni senza che qualcuno ne facesse un vero business.
Noi di Diemme Fiori abbiamo voluto riportare in auge una coltivazione tipica del nostro territorio, affinché, oltre ai prodotti finiti commercializzabili,  potesse essere un’opportunità per il tessuto socio-economico della zona.
In quanto azienda che fa dell’innovazione uno dei punti di forza, abbiamo investito in ricerca e sviluppo per portare sul mercato internazionale prodotti provenienti da una filiera tracciata ed eco-sostenibile, dalle caratteristiche uniche e dalla qualità inconfondibile.

 

Idea e sviluppo

L’idea iniziale fu quella di ottenere dagli scarti di lavorazione, sacchetti di organza riempiti manualmente. L’attività prese ben presto piede, ma le capacità produttive erano limitate.
Le opportunità di mercato erano ancora tutte da scoprire, ma la pietra angolare su cui poggia la Diemme Fiori è la visione dell’azienda: la qualità ripaga sempre.
Abbiamo dunque commissionato studi e analisi in laboratorio ad entomologi, agronomi ed esperti di materiali. Abbiamo assunto designer di prodotto ed esperti miscelatori.
Abbiamo investito sulla meccanizzazione dei processi produttivi al fine di aumentarne la capacità facendo attenzione alle esigenze dei nostri lavoratori, aiutato i nostri partners e fornitori a dotarsi di tecnologie e silos che quasi azzerassero i rischi di incidenti sul lavoro e lo spreco energetico.

La commercializzazione


Successivamente abbiamo preso contatto con alcune delle più importanti aziende al mondo nel segmento della grande distribuzione.
Siamo stati invitati nel Nord Europa e negli U.S.A. per offrire un servizio unico e personalizzato.
Il risultato sono i prodotti di Lavanda Local.
Dai campi di lavanda locali sarchiati meccanicamente e dunque senza l’uso di pesticidi e diserbanti, all’uso di forni ad onde radio che eliminano le uova di insetti, passando per macchine ad ultrasuoni che sigillano i sacchetti totalmente plastic-free. Ogni campo di lavanda è tracciato attraverso mappature catastali e conosciamo personalmente i contadini che lo lavorano. Quando la materia prima giunge in azienda, la inviamo ad esperti entomologi affinché effettuino analisi e test di prodotto.

Il futuro

Attualmente lavoriamo circa 350kg di materia prima al giorno da cui otteniamo sacchettini profumati da inserire nei guardaroba e negli armadi. 
Produciamo circa venti due sacchettini al minuto, puntiamo a produrne settanta a fine 2022.
Stiamo prototipando profumatori spray alla lavanda e alla menta totalmente naturali che commercializzeremo a partire dall’anno prossimo.